CALENDARIO SALDI ESTIVI 2018 TUTTE LE REGIONI

Comincia ufficialmente il conto alla rovescia, per tutti coloro i quali hanno intenzione di acquistare quel capo tanto desiderato ma che per ragioni economiche, non possono permetterselo, stiamo parlando dei Saldi estivi, prestate però attenzione a come muovervi, esistono delle regole base che non dovrete dimenticare, a meno che invece di realizzare un affare, non vorrete rischiare di compiere un flop! A differenza di tanti anni fa, oggi, se non tutti ma la maggior parte di noi, sa bene come muoversi, a volte la fregatura è dietro l’angolo, ma dobbiamo essere noi quelli più scaltri ed evitare che ciò avvenga, con questo piccolo vademecum, non avrete alcun intoppo e potrete procedere allo shopping sfrenato. Il primo consiglio, quello più ovvio, consiste nel tenere d’occhio i capi che volete acquistare, fatelo già in questo periodo, quando sono a prezzo pieno, scattate una foto al cartellino, con lo smartphone è un attimo, solo così potrete fare il confronto tra il prima e il dopo. Sul cartellino, deve essere sempre indicato il prezzo di origine e quello a cui è stato applicato lo sconto, tale da poter fare il raffronto. Un altro punto, direi importantissimo, è legato al fatto che spesso i negozianti, rifiutano di effettuare il cambio merce dei prodotti acquistati in saldo, ciò è assolutamente vietato, (e a ricordarcelo, viene in nostro aiuto il Codacons) in quanto in ogni caso, sono vigenti le regole di vendita sia per i saldi che per le vendite ordinarie. Secondo la Confcommercio, invece, la possibilità di cambiare i prodotti acquistati è “generalmente” rimessa alla discrezionalità del commerciante, salvi i casi di merce difettosa o non conforme. Il buon senso suggerisce di informarsi e rivolgere questa domanda all’esercente, al momento dell’acquisto. Le vendite si sa, devono essere di fine stagione, quindi in capi in sconto, devono appartenere alla collezione attuale che sta per terminare, alcuni negozianti invece, aggiungono anche capi di stagioni differenti rimaste invenduti, in linea di massima non è vietato, ma è bene che sappiate anche questo. Non fatevi prendere dall’ansia di dovervi accaparrare il maggior numero di capi, girate prima per vari negozi, confrontate le offerte proposte e solo alla fine, fate i vostri dovuti acquisti. Sconti esagerati? Io diffido sempre, e questa è una regola generale, forse parto in malafede, ma mi tengo sempre alla larga da chi promette al di sopra del 50%! I prezzi esposti in vetrina o sui capi, sono soggetti a regole ben definite per il venditore, mettiamo il caso che tu decida di acquistare una maglia, in sconto al 30%, al momento di pagare in cassa, l’addetto ti fa notare che a causa di un errore, quel capo non può essere venduto in saldo, questa è una grave scorrettezza, insisti e fai valere sempre il tuo diritto, nel caso dall’altra parte, dovessi trovare un muro di gomma, rivolgiti alle autorità competenti, richiedi l’ausilio della Polizia Municipale, l’esercente ha l’obbligo di rispettare ciò che comunica, nel caso di errori da lui commessi, se ne assume la piena responsabilità. Oggi che il mercato globale si muove sul web, vendere e comprare, è diventata una forma di uso giornaliero, gli errori di un tempo si commettono in minor numero, ma le truffe, ahimè sono sempre dietro l’angolo, diffidate da chi vi promette il mondo, siate sempre oculati nelle scelte che attuate e qualora abbiate un dubbio, chiedete, informatevi e confrontatevi prima che sia troppo tardi. Detto ciò, ho pensato di fornirvi di seguito, il calendario dettagliato, Regione per Regione, dei Saldi, con il dovuto anticipo, vi organizzerete di conseguenza e non rischierete di arrivare all’ultimo momento impreparati!
Abruzzo: dal 7 luglio
Basilicata: dal 7 luglio al 2 settembre
Calabria: dal 7 luglio al 2 settembre
Campania: dal 7 luglio al 2 settembre
Emilia-Romagna: dal 7 luglio al 2 settembre
Friuli-Venezia-Giulia: dal 7 luglio al 30 settembre
Lazio: dal 7 luglio al 18 agosto
Liguria: dal 7 luglio al 18 agosto
Lombardia: dal 7 luglio al 2 settembre
Marche: dal 7 luglio al 1° settembre
Molise: dal 7 luglio al 2 settembre
Piemonte: dal 7 luglio al 1° settembre
Puglia: dal 7 luglio
Sardegna: dal 7 luglio al 2 settembre
Sicilia: dal 7 luglio al 16 settembre
Toscana: dal 7 luglio al 1° settembre
Umbria: dal 7 luglio al 2 settembre
Valle D’Aosta: dal 7 luglio
Veneto: dal 7 luglio al 31 agosto
Provincia autonoma di Trento: data determinata liberamente dai commercianti
Provincia autonoma di Bolzano: 1 luglio in quasi tutti i comuni
Per quanto possibile, spero di esservi stato d’aiuto, il calendario adesso lo avete, non vi resta altro che cominciare a redigere la vostra lista dei prossimi acquisti da effettuare e buon shopping a tutti voi! Se l’articolo è stato di vostro gradimento, condividetelo su tutti i social, lasciate un messaggio per farmi conoscere la vostra opinione, per ulteriori info, compilate il form di fianco e noi come sempre, ci vediamo alla prossima. 

Leave a Reply
Your email address will not be published. *

Click on the background to close